Post

Travel decor: Insoliti fusi orari

Succede così.
All'inizio si osserva  da fuori.
Si guarda , come attraverso un vetro.
Le storie che scorrono, i personaggi che fanno e i luoghi, che sono lì, ancora privi di dettagli.
Poi ad un certo punto, da qualche parte  lungo una pagina  si comprende che quel vetro non c'è più. Come quando  Piers e il povero Dudley guardano il serpente allo zoo, avete presente?

"Harry si tirò su a sedere boccheggiando; il vetro anteriore della teca del boa constrictor era scomparso".

Puf, sparito.
Siamo dentro alla storia adesso, oltre il vetro, di là dall'armadio
Quel vento che turbina sul protagonista vortica su di noi. Il suo dolore ci affligge , le sue gioie ci scaldano il cuore. 
Lui ci ha presi.
Il libro ha compiuto il suo incantesimo; siamo entrati in un altro mondo.




 Insomma, lo sanno quasi tutti no? Quanto possono essere potenti certe storie. Con quale facilità riescono a tirarti dentro e  quanto, alla fine, sia difficile uscirne.
"Chi non ha mai versato, apertamente o in…

Mini guida di Santorini. Prima parte

Atlantis books, la libreria di Santorini

Malta d'inverno: Marsaxlokk e il mercato del pesce

Una storia d'amore

Pflaumenkuchen, la torta perfetta per un picnic

Firenze da non perdere: Forte Belvedere e la mostra di Gormley

Val di Fiemme: miniguida alla Montagnanimata. Introduzione

Kerlouan, le rocce entrano in scena.

Letture da spiaggia: Storie impreviste

SaurierPark, il Parco dei dinosauri più grande della Germania

In bici sull'isola di Bréhat

Come in sogno